Home LAVORO Tra le professioni più richieste in Italia? Il progettista Cad-Cam!

Tra le professioni più richieste in Italia? Il progettista Cad-Cam!

0

Il progettista CAD CAM: competenze, stipendio e percorso formativo

Con l’evoluzione progressiva della tecnologia stiamo assistendo alla nascita di molti nuovi lavori, che richiedono delle competenze ben precise per poter essere svolti.

Un esempio è l’ampio settore dell’imaging, in cui si utilizzano software specifici che consentono di modellare il proprio disegno in 3D e permettono di realizzare una rappresentazione animata dei propri progetti. Stiamo parlando di software molto noti: Illustrator, ad esempio, ma anche Photoshop, Rhino e altri software che vengono impiegati per specifici settori (come nel caso della gioielleria in cui si usano 3Design, ArtCAM, Jewelsmith…). Si tratta di strumenti che devono essere utilizzati da un professionista del settore, con conoscenze e competenze specifiche: è il progettista CAD CAM.

Progettista CAD-CAM, coa significa e come lavora

Il progettista CAD-CAM è proprio colui che prende come base il disegno o lo schizzo di un progettista e lo trasforma in un progetto CAD-CAM.

Questa figura professionale è indispensabile per definire la programmazione delle specifiche tecniche del pezzo e l’ingegnerizzazione del progetto prima che questo venga inviato al reparto di produzione. Servono quindi conoscenze informatiche, ma anche  tecniche, i metodi di lavorazione dei principali settori di produzione e molto altro ancora (aiuterà capirne anche di aspetti giuridico-normativi, gestione dei progetti, etc).

In genere, i progettisti CAD-CAM vengono assunti da aziende che operano in vari settori: nella maggior parte dei casi, le aziende chiedono a queste nuove figure professionali di realizzare anche delle schede specifiche per i produttori. Tramite CAD, il progettista può quindi presentare le rappresentazioni animate dei progetti anche ai potenziali clienti, oppure a coloro che collaborano con altre società, magari durante eventi e mostre che possono consentire al progettista CAD-CAM di scambiare idee con altri colleghi.

Lavorare autonomamente come progettista CADCAM

Ma il progettista CAD-CAM può lavorare anche autonomamente? Certo che sì, ed è una modalità che consente comunque di avere rapporti con aziende o per altri privati, che possono contattare saltuariamente il professionista per assegnargli dei lavori di progettazione. Naturalmente, se si sceglie la strada dell’autonomia bisogna anche essere in grado di “sapersi vendere”, ovvero diventare imprenditori di sé stessi!

I servizi offerti richiedono una commercializzazione adeguata e anche il bilancio deve essere sempre monitorato con attenzione. Si tratta ovviamente di peculiarità che fanno parte del mondo di qualsiasi libero professionista, fondamentali anche nel caso dei progettisti CAD-CAM.

L’occhio al budget è importante anche se si lavora in un’azienda, anche se la caratteristica principale è la capacità commerciale, ovvero il riuscire a convincere la clientela dell’ottima qualità di ciò che si sta presentando, magari aggiungendo alla rappresentazione animata una descrizione che sappia davvero toccare le corde giuste. Ecco perchè il progettista CAD-CAM per un’azienda, specialmente se si tratta di un marchio di un certo livello, deve essere non solo molto preparato e competente, ma deve saper mostrare anche una creatività innata. I datori di lavoro andranno a cercare proprio quei progettisti CAD-CAM con più attenzione per le nuove tendenze e con la capacità di saper pensare continuamente a delle soluzioni innovative per il brand.

Come diventare un progettista CAD-CAM?

Ma come si diventa progettista CAD-CAM? Il percorso non è molto complicato. Le persone interessate devono infatti seguire un corso CNC, attraverso il quale sarà possibile acquisire le principali tecniche per svolgere adeguatamente il lavoro e diventare un professionista nel settore. Le conoscenze “teoriche” dovranno essere calate prima possibile nel contesto produttivo, pertanto è importante scegliere percorsi formativi che abbiano una forte componente pratica e avventurarsi il prima possibile nel settore, anche attraverso inquadramenti di “prova” (stage, apprendistati, etc).

All’inizio i guadagni non saranno “stellari”, e questo è un aspetto che una persona interessata ad iniziare questo percorso deve sapere fin da subito. Tuttavia, con l’aumentare dell’esperienza, lo stipendio non potrà che crescere: la popolarità del progettista CAD-CAM e le sue ottime referenze gli permetteranno di elevare sempre più la propria bravura nella professione, arrivando a guadagnare anche 25.000/30.000 euro all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here