La seconda prova dell’esame di maturità: materie e scuole

maturità 2019

Le novità dell’esame di maturità dal 2019

I maturandi che quest’anno si preparano ad affrontare l’esame si troveranno ad essere i primi a gestire la nuova riforma. Le prove scritte che dovranno affrontare non saranno più tre ma solamente due e poi avranno solamente più lo scalino dell’orale.
La valutazione avverrà sempre in centesimi, ma la commissione avrà a disposizione un punteggio da zero a venti per ognuna delle due prove ed anche per il colloquio finale. Possono al massimo integrare il risultato aggiungendo cinque punti per gli studenti più meritevoli che durante l’arco degli anni scolastici hanno maturato un alto punteggio di crediti. Il resto dei crediti per arrivare a cento sarà dettato dal percorso di studi globale dello studente.
Vengono presi in considerazione tutti gli anni passati nella scuola: contano le possibili bocciature ma anche le promozioni con voti alti. L’esame di maturità dovrà essere comunque preparato con la scrittura di una tesina monotematica in grado di racchiudere il maggior numero di materie scolastiche.

Le due prove scritte dell’esame di maturità della nuova normativa

Per ottenere il diploma di maturità lo studio resta sempre molto, viene solamente alleggerita la parte scritta, si elimina una prova, ma alla fine la mole di studio resta assolutamente la stessa.

La prima parte dell’esame resta invariata, è infatti il classico tema d’italiano, diversamente dagli scorsi anni però alcune tracce verranno date con largo anticipo per dare la possibilità agli studenti di preparare al meglio gli argomenti, non si parla dei veri e propri titoli, che verranno dati solamente in fase d’esame, ma delle indicazioni su quali argomenti verranno trattati.

maturità 2019

La rivoluzione principale è invece la seconda prova, questa sarà completamente differente per ogni indirizzo di studio, comprenderà una o più materie specifiche della scuola e consisterà in schemi che verranno utilizzati sia dagli studenti per meglio comprendere, ma anche dai docenti per correggere al meglio le prove degli alunni.
Non sono ancora certe le materie che verranno scelte, uscirà a gennaio una circolare che darà ad ogni istituto le materie che verranno prese in considerazione dalla seconda prova di questo nuovo tipo di esame di maturità.
Sappiamo che ci sono però delle materie più papabili rispetto ad altre per ogni indirizzo di studio e sono per l’appunto:

  • Per il liceo classico latino e greco;
  • Per il liceo scientifico fisica e matematica;
  • Per il liceo linguistico le lingue straniere studiate;
  • Per il liceo artistico sarà una prova molto più pratica, materie come disegno dal vero ed arti applicate;
  • Per il liceo musicale verrà data importanza anche in questo caso alle materie pratiche strumentali con una prova appositamente studiata;
  • Per tutti gli istituti tecnici possiamo riassumere dicendo appunto che verranno prese in considerazione le materie che hanno maggiormente a che fare con l’indirizzo scolastico, anche vertendo su prove più pratiche che teoriche.

Per avere l’elenco sicuro delle materie per questa nuova seconda prova d’esame si deve aspettare il ritorno in classe dopo la pausa delle vacanze di Natale. Abbiamo solamente una data certa, ed è quella di quando in tutta la nazione i maturandi si troveranno ad affrontare questo scalino verso il diploma, la seconda prova per l’esame di maturità infatti si terrà il giorno 20 giugno per tutte le scuole.

In attesa di sapere quali siano le materie che verranno prese in considerazione in questo test il nostro consiglio è quello di mantenere un buon livello di media per tutte le materie, dato che con questo nuovo metodo di valutazione l’andamento scolastico è molto importante per la votazione finale.

Redazione

About Redazione

La redazione del sito è raggiungibile all'indirizzo INFO di questo sito (canaleformazione.com)

View all posts by Redazione →

One Comment on “La seconda prova dell’esame di maturità: materie e scuole”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *