La formazione aziendale si fa in barca!

formazione team building

Quali sono gli strumenti adeguati a ottenere una squadra aziendale unita, coesa e, soprattutto, efficiente? Semplice, la chiave di tutto è la formazione aziendale. Si tratta, infatti, di trovare metodi e strumenti per insegnare ai lavoratori ad essere uniti, avere le doti di leadership, team working, problem solving, coordinazione e comunicazione.
La formazione oggi risulta molto creativa e non si fa, come un tempo, solo nelle aule, alle conferenze o nei congressi. Esistono metodi diversi e originali che mirano a unire, da un lato, l’educazione e il divertimento, dall’altro: si chiama formazione esperienziale.
Molti esperti di questo settore insistono sull’idea di iniziare a fare formazione in barca.

La formazione in barca a vela

L’idea di organizzare una gita in barca a vela per la formazione dei lavoratori di un’azienda sembra ottima se si vuole organizzare un’uscita aziendale.
Ma si tratta solo di questo? No, perché l’obiettivo di fondo è quello di creare o rafforzare il legame di gruppo tra colleghi. I responsabili, i manager e gli impiegati saliranno a bordo della stessa barca, si impegneranno a svolgere una serie di ruoli e se li scambieranno a vicenda così da assicurare che ognuno maturi un’esperienza a tutto tondo.
A fine giornata dovranno essere stati in grado di attuare con successo strategie di lavoro di squadra, comunicazione, leadership e team building per imparare i rudimenti della conduzione di una barca a vela.
Il corso di formazione in barca potrebbe durare una settimana, un week-end o una giornata… tutto dipende dalle esigenze concrete. Si tratta di un’occasione formativa imperdibile e di un modo per ritrovarsi con i colleghi ma in un luogo diverso dai soliti uffici o dalle sale riunioni, ovvero sullo sfondo di panorami costieri bellissimi.

Perché proprio la barca a vela?

Ci sono diverse idee a cui pensare quando si cerca un’adeguata esperienza per la formazione aziendale dei lavoratori. Ma la barca a vela rappresenta forse una tra le migliori. Le analogie tra il lavoro in barca e la vita aziendale sono davvero tantissime. Ogni barca a vela ha un equipaggio e l’azienda invece ha un team di lavoratori. Le similitudini non finiscono qui, perché la barca ha uno skipper e un’azienda il leader del team. La prima deve seguire una certa rotta mentre la seconda deve fare sempre riferimento a una strategia aziendale. La barca naviga in mare, un luogo ricco di insidie e di pericoli, un’impresa agisce in un mercato che richiede decisioni veloci, adeguate e in grado di massimizzare i risultati.
Affinché una barca a vela possa raggiungere senza problemi la sua destinazione l’equipaggio deve impegnarsi, sapersi organizzare, essere prudente, disposto a fare fatica, essere generoso e controllato. Lo stesso accade in azienda. Quando un’impresa deve raggiungere un obiettivo o un risultato in termini quantitativi o qualitativi ha bisogno di avere un team di dipendenti affiatato, esperto, cauto e in grado di lavorare in modo coordinato tra loro.
La creazione di equipaggi o team aziendali richiede molti sforzi e tanti percorsi di formazione. Unendo un percorso formativo a un’attività come la vela diventa possibile però ottenere questi risultati vivendo una bella avventura.

formazione team building
Il team building aziendale si può fare anche in barca!

Le dinamiche in barca e quelle in azienda

L’esperienza di formazione aziendale in barca a vela si concentra sempre su 2 concetti fondamentali.
Il primo è un legame unito e affiatato e il secondo, invece, è la leadership. L’equipaggio di una barca a vela si abitua subito a agire in modo coordinato, a comportarsi seguendo un unico obiettivo e svolgendo ogni singola mansione in modo affiatato, come una ben oliata catena di montaggio. Ma in azienda invece come funziona?
Ottenere una dinamica coesa richiede che tutti i dipendenti condividano obiettivi, vita quotidiana, rischi e disagi.
Quanto alla leadership nella barca a vela chi ha questa funzione è lo skipper, la persona che in presenza di avvenimenti improvvisi e inaspettati prende alcune decisioni. Normalmente nelle barche chi ricopre questo ruolo è un navigatore con diversi anni di esperienza alle spalle, apprezzato e rispettato da tutto l’equipaggio.
Ma come si crea un leader come lo skipper… in azienda? Avere una solida leadership significa formare una persona, lo skipper ovvero il team leader, affinché agisca per raggiungere gli obiettivi aziendali con l’aiuto o la collaborazione dell’equipaggio, cioè i dipendenti. Chi ricopre la posizione di leader deve essere capace, dotato, bravo e in grado di essere equilibrato. Deve essere carismatico, riuscire a comunicare bene con gli altri colleghi, farsi rispettare e creare sicurezza e stabilità nel gruppo.
Il leader deve essere quella persona che gli altri, grazie alle sue doti, seguono spontaneamente.

Cosa si fa durante la formazione in barca a vela?

Un corso formativo aziendale in barca a vela ha diverse fasi. Il primo passaggio in barca è l’organizzazione di una squadra che abbia uno o diversi obiettivi. A ciascuno vengono fornite diverse le dotazioni e gli accessori necessari allo svolgimento delle proprie mansioni. In particolare, è importante che ogni dipende riceve in una certa misura responsabilità.
Il secondo passaggio è quello di iniziare con la navigazione vera e propria.
I dipendenti dovranno svolgere le mansioni assegnate all’inizio dell’avventura sotto la direzione dello skipper o team leader. Quest’ultimo deve dimostrare di avere le doti di un vero leader, allora deve tenere unito il gruppo, deve in ogni momento spronare, saper consigliare e aiutare e, soprattutto, quando ci sono problemi di ogni sorta deve saper trovare soluzioni adeguate e comunicarle in modo tempestivo al proprio team.
Il terzo passaggio è quello in cui si pongono questioni o problemi all’interno del gruppo. In questo caso il leader deve saper intervenire, superando i conflitti ma, allo stesso tempo, spronando il team a non distogliere la propria attenzione dal goal o obiettivo finale.
Il quarto passaggio è poi quello della comunicazione. Qui il gruppo deve cercare di sfruttare il contesto della barca a vela in cui si usa un linguaggio tecnico, che li unisce sottolineando che visto che tutti si trovano nella stessa situazione con gli stessi strumenti e, soprattutto, con il medesimo modo di esprimersi possono superare ogni ostacolo.
L’ultimo passaggio poi è quello del raggiungimento della destinazione finale. Un senso di soddisfazione e orgoglio non manca quando il team e il leader arrivano alla meta. Si tratta di un’esperienza fondamentali che mostra, infatti, come un modo di agire coordinato e coeso possa consentire di ottenere i migliori risultati in ogni campo.

Redazione

About Redazione

La redazione del sito è raggiungibile all'indirizzo INFO di questo sito (canaleformazione.com)

View all posts by Redazione →

2 Comments on “La formazione aziendale si fa in barca!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *