Digital mindset: cos’è e a cosa serve

In un mondo in continua evoluzione, appaiono ancora più attuali le parole di Darwin: “solo i più forti sopravvivono, solo quelli che riescono ad adattarsi al cambiamento riescono ad evolversi con esso”. Sebbene non si stia parlando strettamente di sopravvivenza, il concetto è lo stesso.

Il cambiamento principale del terzo millennio è quello relativo alla rivoluzione digitale, una modifica dirompente delle abitudini dei cittadini e un punto di rottura con il (recente) passato.

In questa guida andiamo a vedere perché è importante avere un digital mindset per abbracciare le evoluzioni digitali e in che modo una persona curiosa e proattiva rispetto alla tecnologia digitale può utilizzarla a proprio vantaggio.

Cos’è il Digital Mindset e perché è importante?

In un contesto caratterizzato da un un’iper digitalizzazione, è di vitale importanza sviluppare un corretto digital mindset. Andiamo a vedere nello specifico di che si tratta.

Con il termine Digital Mindset (composto da due parole, che significano rispettivamente digitale e mindset cioè mentalità) si fa riferimento
alla capacità di sviluppare una mentalità o un’attitudine alle innovazioni e ai cambiamenti imposti dalla digital transformation.

Avere una mentalità aperta e proattiva, può essere di grande aiuto per comprendere le evoluzioni in atto.

Il digital mindset abbraccia le principali sfide della tecnologia digitale: in altre parole, chi possiede un digital mindset è perfettamente a proprio agio con la tecnologia digitale, ha tutte le informazioni di cui ha bisogno e riesce a integrare questa competenza nella vita di tutti i giorni.

Cosa significa sviluppare il digital mindset corretto

Andiamo a vedere che cosa significa sviluppare il digital mindset adeguato.

Si tratta innanzitutto di mostrare curiosità per tutto quello che riguarda il mondo digitale e le sue evoluzioni, con la consapevolezza dei benefici che apportano le nuove applicazioni.

Per sviluppare la giusta mentalità digitale occorre poi adottare un approccio proattivo, sapersi mettere in gioco ed essere pronti per affrontare le nuove sfide richieste dalla digital transformation.

Infine, è importante saper adattare in modo costante il proprio modo di agire e di lavorare tramite l’utilizzo delle nuove tecnologie sviluppate.

Il Digital Mindset: una soft skill digitale per ottimizzare le opportunità

L’importanza di avere un approccio aperto al cambiamento è fondamentale nei tempi che stiamo vivendo: sarebbe impossibile vivere nel mondo digitale odierno ostinando abitudini e costumi passate.

L’epoca moderna non richiede soltanto di avere un digital mindset, ma anche che tale cambiamento sia reattivo e veloce, per stare al passo con le evoluzioni digitali che stanno trasformando la nostra vita. La trasformazione è ormai sotto gli occhi di tutti. Pensate allo smartphone, non è cambiato solo il nome. Fino a qualche tempo fa anche la sola parola “cellulare” alludeva a qualcosa di tecnologico e innovativo. Oggi è un termine quasi primitivo.

Lo smartphone è diventato uno strumento imprescindibile: dimenticarlo a casa significa doverlo tornare a prendere a tutti i costi. Nessuno può immaginarsi una giornata senza il proprio smartphone.

Per raccontare meglio i segni di questa rivoluzione digitale della società contemporanea, possiamo fare un esempio. Nel 2005, per l’elezione di Papa Benedetto XVI, quasi nessuno aveva in mano un telefono. Sicuramente lo aveva in tasca, ma evidentemente non percepiva la necessità di usarlo. Se invece andiamo a riguardare l’elezione di Papa Francesco del 2013 assistiamo ad una scena completamente differente: tutti i fedeli presenti in Piazza San Pietro acclamavano l’apparizione del nuovo pontefice tenendo in mano il proprio smartphone per riprendere il momento. Il motivo? Immortalare un momento storico da poter condividere con i propri amici o con il popolo del web attraverso i social.

Sono passati 8 anni da quel momento, inutile dire che se ci trovassimo di fronte ad una scena analoga ogg, gli effetti della “smartphonizzazione” dei fedeli sarebbero ancora più accentuati (magari potrebbe scapparci anche qualche Tik Tok).

Il cambiamento degli stili di vita

Il cellulare, come accennato, ha completamente cambiato funzione rispetto a qualche anno fa e, con esso, è cambiato il nostro stesso rapporto con lui. Oggi rappresenta uno strumento a 360 gradi con il quale è possibile fare qualsiasi tipo di azione, che vanno oltre lo scatto di una foto o la registrazione di un video. L’arrivo del digitale ha profondamente modificato il nostro stile di vita e le nostre abitudini.

I social network ci consentono di esaudire i nostri desideri in maniera istantanea e comoda, in qualsiasi luogo ci troviamo. Linkedin e Indeed sono solo alcune delle piattaforme social che i ragazzi utilizzano per trovare lavoro. Si tratta di un’evoluzione del concetto di social network, non più inteso solamente come mezzo per sentirsi con gli amici o mantenere relazioni.

Inoltre i canali digitali che solitamente usiamo ci permettono di accontentare il nostro svago personale, facendo acquisti negli e-commerce, ascoltando musica o guardando film e sere tv, ma anche facendo formazione online.

Ci siamo letteralmente aperti al cambiamento digitale, una svolta positiva che ci permette di ottimizzare al meglio i vantaggi della nostra epoca, senza lasciarsi sfuggire niente. Come spesso accade, l’abuso di certi strumenti può essere anche nocivo; tuttavia, un po’ come la vita di tutti i giorni, mostrarsi aperti e curiosi verso il cambiamento è il primo passo per abbracciare l’evoluzione.

 

Immagine di copertina da pixabay

Lascia un commento