Come funziona una università telematica?

università telematica

Le Università Telematiche sono istituti di formazione superiore di livello universitario che erogano corsi con modalità a distanza, prevalentemente mediante l’impiego di tecnologie di comunicazione.

Per quanto si riscontrino ancora alcuni pregiudizi, nelle università telematiche lo studio è facilitato rispetto alle università tradizionali, con modalità di fruizione e di studio totalmente diverse. Essendo telematiche, non è necessario recarsi in una sede fisica per frequentare le lezioni, ma è sufficiente registrarsi sul sito web dell’università che si è scelto di frequentare, dopo aver controllato se viene offerto il corso che si intende seguire. Le diverse università online possono offrire specializzazioni in diversi campi come, per esempio, quello legislativo oppure quello economico. È sempre possibile richiedere maggiori informazioni sia sui corsi di laurea sia sulle modalità di esame, che devono essere effettuati in una delle sedi fisiche dell’università.

L’Università Popolare degli Studi di Milano, Università di Diritto Internazionale, offre la possibilità ad adulti con impegni di lavoro (professionisti, manager, dirigenti, ecc.) di riprendere gli studi e raggiungere l’obiettivo di un titolo di studio, di laurea.

Con le università telematiche oggi il percorso universitario diventa più comodo da frequentare grazie anche al supporto dei tutor e dei docenti in teledidattica. Chiedete senza impegno informazioni dettagliate per laurearsi da adulti a 30 anni o più anche con impegni professionali o familiari.

Il percorso di studio nelle università telematiche può essere seguito in qualunque momento e in qualunque situazione ci si trovi, dato che è sufficiente connettersi alla piattaforma di e-learning dell’università scelta per seguire i corsi. Di conseguenza è possibile frequentare un corso di laurea anche lavorando e con una famiglia a carico, dato che tutti gli elementi che permettono di seguire la lezione sono presenti sul portale dell’università dove è possibile reperire tutto il materiale. Sia che si parli di appunti virtuali, ma anche di video lezioni, una volta che viene effettuata l’iscrizione sul portale si potranno sfruttare i diversi elementi multimediali che sono stati inseriti all’interno del portale. Le lezioni che compongono il corso di laurea, presenti in formato video, possono essere seguite più volte, ed è possibile anche seguire più lezioni di fila, senza dover rispettare il calendario accademico delle università tradizionali.

Nei corsi di laurea che richiedono la presenza durante le lezioni, il sistema di gestione online dei corsi è in grado di segnare automaticamente le presenze quando vengono seguite le lezioni, in modo da poter garantire la possibilità di sostenere la tesi di laurea senza alcuna preoccupazione. Come già accennato, gli esami di profitto e la tesi finale non possono essere sostenuti online, ma è necessario recarsi in una sede fisica dell’università scelta per presentarsi davanti alla commissione esaminatrice, sostenendo gli esami in modo classico, sostenendo quindi sia l’eventuale prova scritta che quella orale (ove prevista) per gli esami. È quindi importante valutare al meglio dove si trovi la sede più vicina per sostenere gli esami, e se vengono attivate delle sedi temporanee sul territorio nazionale per consentire agli studenti di sostenere gli esami senza dover effettuare lunghi spostamenti.

Uno dei vantaggi delle università telematiche è infatti il risparmio legato agli spostamenti, che in numerosi casi possono comportare affitti e utenze come luce e gas, specialmente se si sceglie di frequentare un’università lontana dalla propria abitazione. Per uno studente fuori sede infatti le spese sono particolarmente sostenute, dato che sono presenti, oltre alla tassa d’iscrizione, alla tassa regionale e all’acquisto dei libri, anche le spese legate all’affitto di una stanza in condivisione, che facilmente parte da spesa minima di 400 euro al mese. Alle spese dall’affitto bisogna aggiungere i costi delle utenze (luce, acqua, gas, internet, ecc.), i costi dei trasporti pubblici e i costi legati al cibo. Volendo fare un calcolo approssimativo, uno studente fuori sede ha, all’incirca, 600 euro di spese fisse al mese. Se a queste si aggiungono le spese fisse annuali, cioè retta universitaria e tassa regionale, arriviamo facilmente a calcolare che per ottenere una laurea fuori sede in una Università frontale, bisognerà spendere tra 700 euro 1.000 euro al mese, che possono essere risparmiati grazie alle università telematiche.

L’Università Popolare degli Studi di Milano – Università di Diritto Internazionale – è a completa disposizione per fornire informazioni sui corsi di laurea universitari e master per adulti con impegni di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *