Alcune idee per migliorare la produttività in azienda

migliorare la produttività in azienda

Come si migliora la produttività in azienda?

Le risposte a questa domanda sono diverse a seconda che si faccia riferimento alla prospettiva dell’azienda o a quella dei lavoratori.

Esistono infatti azioni che competono all’azienda e altre che invece solo il singolo individuo può attuare. Il successo di una azienda è dovuto in larga parte al fatto che queste due dimensioni si integrino in una direzione unica e condivisa.

Non tratteremo in questo articolo invece l’ottimizzazione “tecnica” dell’azienda, come quella che avviene grazie alla innovazione digitale, alle trasformazioni produttive, etc. Aspetti fondamentali che sono facce della stessa medaglia, quella di produrre di più e meglio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: La formazione aziendale e la trasformazione digitale 

Vediamo quindi alcuni dei punti più importanti da implementare sia da parte delle aziende che da parte dei lavoratori, con l’obiettivo comune di migliorare la produttività aziendale.

Le strategie aziendali per aumentare la produttività

Sicuramente, le aziende devono oggi curare una moltitudine di aspetti per aiutare i propri lavoratori ad essere produttivi.

Non è possibile infatti individuare una causa unica da cui dipende la produttività. Piuttosto ci sono una serie di aspetti, che in generale portano i dipendenti ad essere più produttivi come risultato.

In generale va premesso che è fondamentale per ogni lavoratore di godere del benessere lavorativo sul luogo di lavoro.

Molti studi infatti dimostrano che lo sviluppo del benessere aziendale porta a una crescita della produttività. Curare il benessere all’interno dell’azienda significa promuovere scelte che impattano profondamente sulla produttività. Lo si può fare adottando strategie di welfare come servizi o contratti inclusivi personalizzati in base alle esigenze di conciliazione tra la vita privata e il lavoro. Infatti quando i dipendenti hanno un sano equilibrio tra vita lavorativa e personale la loro capacità e la loro volontà di far crescere l’azienda aumentano.

Ma lo si può fare anche valorizzando il singolo lavoratore e lo sviluppo delle sue competenze. Infatti un adeguato piano formativo aziendale offre ai dipendenti l’opportunità di acquisire nuove competenze rappresentando un vantaggio sia per il lavoratore sia per l’impresa.

Oltre agli aspetti di welfare che favoriscono la qualità del benessere aziendale in termini “intangibili” è possibile poi ragionare anche sui luoghi fisici, che sono importantissimi.

Chi vorrebbe lavorare in un luogo poco funzionale? Gli uffici devono essere studiati per essere confortevoli e per stimolare i lavoratori nella loro attività creando le migliori condizioni per potersi interfacciare adeguatamente con le day-to-day tasks. Gli uffici devono esser ben organizzati, illuminati e spaziosi a sufficienza.

Il rispetto delle normative lo diamo per scontato (ad esempio il clima adeguato sul luogo di lavoro) qui stiamo dicendo qualcosa in più. Che tutti noi lavoriamo meglio se il luogo di lavoro ci mette a nostro agio, è comodo e perchè no… anche bello!

Si tratta di elementi che anche se sembrano di poco conto migliorano la qualità organizzativa e quindi influiscono anche sulla produttività.

Le strategie personali per aumentare la produttività

Non è solo l’azienda che ha la responsabilità di una maggiore produttività. Anche i lavoratori devono fare la loro parte!

Ma per raggiungere questo obiettivo è fondamentale seguire alcuni consigli.

Il primo riguarda l’organizzazione del tempo. Quando si lavora, infatti, il tempo è un bene prezioso ed è importante fissare ogni giorno degli intervalli temporali in cui non si interrompe il lavoro e si chiede di non essere disturbati da meeting di gruppo o telefonate. La giornata va organizzata insomma in momenti precisi che consentano di ottimizzare le proprie prestazioni.

Il secondo consiglio, invece, riguarda la socializzazione. Spesso si deve lavorare in team e, in questi casi, isolarsi e rifiutarsi di conoscere le altre persone rischia di essere controproducente. Così infatti i processi comunicativi tra i componenti del team diventano più complessi e viene minata la produttività del singolo e al contempo quella di tutto il gruppo.

Un ulteriore consiglio è partecipare attivamente ai corsi formativi in azienda e in particolare sfruttare tutti i metodi e le opportunità messe a disposizione dalla propria azienda (come i corsi di team building), non considerandole come un obbligo ma una opportunità di crescita anche personale.

Redazione

About Redazione

La redazione del sito è raggiungibile all'indirizzo INFO di questo sito (canaleformazione.com)

View all posts by Redazione →

2 Comments on “Alcune idee per migliorare la produttività in azienda”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *