Accordo di Programma per il rilancio Area Industriale di Venezia

Nuovo Accordo di Programma per rilanciare il tessuto produttivo di Venezia: più di 20 milioni previsti per supportare gli obiettivi condivisi dalle parti. Per le aree di crisi industriale sono previsti interventi a sostegno dell’occupazione e per l’adeguamento delle competenze professionali.

L’Accordo mira a rilanciare il tessuto industriale dell’area veneziana attirando investimenti e promuovendo la reindustrializzazione dei siti produttivi già esistenti. L’obiettivo verrà perseguito anche attraverso strumenti agevolati per la formazione dei lavoratori delle aree di crisi interessate. Gli Accordi di Programma sono stati sottoscritti al MiSe, cui si rimanda per i dettagli di questi strumenti agevolativi.

Di seguito il testo dell’Accordo di Programma, citato dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico:

3) ACCORDO DI PROGRAMMA: PROGETTO DI RICONVERSIONE E RIQUALIFICAZIONE INDUSTRIALE PER L’AREA DI CRISI INDUSTRIALE COMPLESSA DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI VENEZIA

L’accordo sottoscritto ha l’obiettivo di promuovere iniziative imprenditoriali per la riqualificazione del tessuto produttivo esistente, l’aggregazione delle PMI e la loro collaborazione con le grandi imprese; l’attrazione di nuovi investimenti anche finalizzati alla diversificazione produttiva, al potenziamento della logistica connessa alle attività portuali, al reimpiego dei lavoratori, al raccordo operativo con gli Accordi e i Protocolli sottoscritti inerenti gli interventi ambientali e infrastrutturali.

Risorse: Il MiSE ha previsto un finanziamento di 20 milioni di euro. Alle risorse nazionali si aggiungono circa 6,7 milioni di euro stanziati dalla Regione Veneto per interventi a sostegno dell’occupazione e dell’adeguamento delle competenze professionali.

Redazione

About Redazione

La redazione del sito è raggiungibile all'indirizzo INFO di questo sito (canaleformazione.com)

View all posts by Redazione →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *